Salea d'Albenga

Salea

Salea è una frazione di circa 600 abitanti del comune di Albenga, in provincia di Savona, situata a circa 6 km dal centro abitato ingauno in un lembo di pianura che va verso le colline. Confina con le altre frazioni albenganesi di Campochiesa e di Leca, e con il comune di Cisano sul Neva.

Da un censimento del XVII secolo Salea contava 25 fuochi domestici (famiglie). Il 25 luglio 1798 di fronte a Giobatta Saggi, commissario della giurisdizione del Centa, si costituisce la municipalità di Salea e Campochiesa con 524 cittadini.


Architetture religiose e civili

  • Chiesa parrocchiale dei Santi Giacomo il Maggiore e Filippo. L'11 aprile 1515 riceve l'autorizzazione ad erigere il battistero con una concessione del vicario generale che la obbliga alle solite ricognizioni alla cattedrale di Albenga. La si riedifica una prima volta e ampliandola nel 1622, costruendo anche un campanile, solo nel 1636 vi si celebrerà la prima messa.
  • Sono presenti inoltre un deposito di munizioni in Regione Uliveto Terraconiglio ed un poligono militare TSN in Regione Cave.

Eventi

  • Festa patronale di san Giacomo Maggiore, l'ultima domenica di luglio.
  • Festa dei santi Cosma e Damiano, l'ultima domenica di settembre.

La frazione ospita la manifestazione "Sagralea: rassegna del vino pigato"[1], una fiera di produttori, in special modo vinicoli, che si tiene alla fine del periodo estivo.


Da Wikipedia

Desktop Site